Archivio

Archivio Dicembre 2011

Non so perché

24 Dicembre 2011 3 commenti

E’ dal 1967 che conservo nel mio portafogli questo ritaglio di giornale.
Non so perché l’ho fatto.  Non so perché, per quasi 44 anni, mi sono sempre portato appresso un appunto così banale per gli altri.
I segni a penna che vi feci sopra erano stati fatti per evidenziare che le parole trascritte non corrispondevano a quelle effettivamente presentate al Festival di Sanremo.
Mi incuriosiva, ricordo, trovare traccia nei testi delle canzoni, delle piccole varianti o imprecisioni che si manifestavano poi nel corso di quelle serate.
Forse ero stato influenzato dal clima che si respirava a quel tempo. Al Festival si cantava ormai dal vivo e ogni passo falso veniva enfatizzato dalla critica in maniera spietata.
Non mi parve logico che si fosse potuto cambiare così tante parole in un brano. La presi come una anomalia. Qualcosa doveva pur essere accaduto. Qualcosa che non mi era dato di sapere.
A distanza di 44 anni torno a riflettere e decido di conservare, da ora in poi, in altro modo questo ritaglio. Ricordo, comunque, che ero anche attratto dalla foto di Dalida.
Una donna che faceva sognare la mia Adolescenza. Forse proiettavo in lei l’immagine della fidanzatina che avevo a quel tempo.
Fra meno di mezza ora sarà Natale. Le parole di Luigi le conserverò altrove. In fondo, oggi mi è chiaro, che certe cose ti rimangono dentro anche se non le conservi appresso.
Un po’ come la fede.

Categorie:Argomenti vari Tag: